Il massimo del comfort

Sono molte, infatti, le spiagge che offrono il massimo dei comfort ai vacanzieri e ai loro amici pelosi. Forte dei Marmi, ad esempio, mette a disposizione sempre il top di gamma, con spiagge dedicate esclusivamente agli animali domestici. Addirittura da pochi anni esiste uno stabilimento che mette a disposizione una Spa per i nostri pet: idromassaggio e cromoterapia per farli rilassare.

 

Stabilimenti attrezzati

Ma ormai l’offerta per chi decide di portare con sé in vacanza il proprio amico animale è ampia. Sono molti gli stabilimenti attrezzati: ad esempio alcuni sono muniti di ombrelloni recitanti che donano un po’ di libertà ai cani e offrono loro il privilegio di muoversi senza museruola e guinzaglio.

 

Pet-friendly

A Viareggio, in città, esistono alcune aree create appositamente per i cani, per lasciarli correre in libertà. Per chi ama una vita all’aria aperta e desidera una vacanza “normale” con l’amico a quattro zampe, ricordiamo l’area estesa del Parco Naturale Migliarino dove, su spiagge libere e pet-friendly, si possono trascorrere ore serene e bagni freschissimi.  Ma il buon esito e l’ottima convivenza tra pet-friendly e not-pet-friendly dipende, come tutto, dalla buona educazione e dal buonsenso, non dei pet, ma dei padroni. L’offerta per le vacanze col proprio pet è ormai ricchissima. Portare con sé il proprio cane in spiaggia è un lusso che fino a pochi anni non era sempre possibile. Oggi invece sono molte le spiagge dove il nostro pet non solo è ammesso, ma è anche il benvenuto: ci sono spiagge dove è possibile fare il bagno insieme, stabilimenti che offrono corsi di addestramento e strutture a misura di animali.

 

Buona educazione

La prima regola da seguire per un’ottima vacanza in spiaggia è la buona educazione: tenere i propri cani sotto controllo senza perderli di vista è basilare, in modo che non diano disturbo ai vicini di ombrellone. Ma al di là del buonsenso, esiste la legge e deve essere rispettata. La legge attuale non impedisce ai cani l’ingresso sulle spiagge libere e nessuno ha il diritto di cacciare un cane da una spiaggia, a meno che non ci siano chiari divieti esposti e ben visibili.

 

Divieti per cani

I Comuni che decidono di vietare l’ingresso dei cani in spiaggia devono emettere una ordinanza che preveda il divieto, devono indicare la fascia oraria in cui il divieto è valido, e l’ordinanza deve essere pubblicata sugli albi pretori. In mancanza di queste caratteristiche, impedire che un cane entri in una spiaggia è impossibile. Il cane, però, deve essere in regola con le vaccinazioni e deve essere accompagnato al guinzaglio. È importante, inoltre, che uomini e animali rispettino sempre le regole di sicurezza per la balneazione previste.