I nostri animali possono ammalarsi di Covid-19? È vero che se qualcuno della famiglia è risultato positivo deve evitare il contatto con cani e gatti? Ecco quindi che abbiamo raccolto le risposte date dall’Enpa, l’Ente Nazionale per la Protezione degli Animali.

 

Coronavirus e Pet

La prima informazione importante riguarda il dubbio che tutti i possessori di animali hanno avuto e cioè se questa pandemia può riguardare gli animali domestici. Pochi giorni fa è arrivata una notizia di un cane di Hong Kong risultato leggermente positivo al virus.

Sebbene il Sars-CoV-2 sia con molta probabilità originato da un animale” chiarisce l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe) “oggi l’epidemia è sostenuta esclusivamente dalla trasmissione del virus tra uomo e uomo o tramite il contatto con oggetti contaminati, senza il coinvolgimento attivo di animali”. Tuttavia, la situazione è in rapida evoluzione ed è quindi sempre bene controllare gli aggiornamenti scientifici.

 

 

Evitare il contatto

L’altro grande dubbio riguarda il fatto di evitare il contatto con animali da compagnia in caso di infezione da Sars-CoV-2. Sempre secondo gli esperti dell’Izsve, in caso di infezione sarebbe assolutamente consigliabile limitare i contatti con i propri pet. Inoltre, come sempre, è necessario mantenere un alto livello di igiene. Quindi, non abbandonate i cani e i gatti perché sono assolutamente lontani dalla possibilità di poter infettare l’uomo.

Siamo in isolamento forzato, in un clima di paura e smarrimento. Abbiamo dovuto da un momento all’altro fare a meno del contatto umano e delle nostre abitudini”, dice Francesca Mugnai, esperta di pet therapy, direttore scientifico Centro Ricerca Antropozoa in una intervista ripresa da Repubblica.it “Dunque, vivere con un animale da compagnia in casa è un grande vantaggio, soprattutto in questo particolare momento storico e sociale. Permette di uscire un po’ per espletare le sue necessità, ma la sua presenza è utile soprattutto tra le mura domestiche: ci fa sentire meno soli, più forti, più utili, permette di affrontare meglio ciò che avviene intorno e non è motivo di ulteriore angoscia. Inoltre, anche il sistema familiare ne può trarre benefici: ognuno ha il suo compito verso l’animale.

 

 

Ph Unsplash.com