L’idea del libro

Ilia non è una scrittrice, ma la scorsa estate, in una bella serata di agosto, mentre ascoltava gli schiamazzi dei bambini che giocavano incuranti del caldo, osservava il suo cane, Otto, che smaniava per scendere a giocare. Da lì l’idea: scrivere un libro. Ilia, attraverso la sua creatività, si è figurata l’intera storia, dall’inizio alla fine.

Ilia e Otto nel salotto di casa

Otto, l’incredibile storia di un cane e del suo più caro amico

Così è nato il libro “Otto, l’incredibile storia di un cane e del suo più caro amico” che racconta dell’amore per la natura e per gli animali ed è destinato alla parte più pura e innocente della società: i bambini. Otto è uno sfortunato lagotto. Lele è un bambino introverso, fragile e solitario che ama viaggiare con la fantasia. Sarà l’incontro tra i due e la fantastica avventura che vivranno insieme a far crescere Lele e a permettergli di superare le sue paure.

Otto con un prezioso osso da rosicchiare

 

Il racconto di Ilia Palmerini

Ilia racconta: “Il cane del racconto ha una fonte di ispirazione nella realtà: è il mio cane con cui condivido da 9 anni un’amicizia ineguagliabile. È lui in tutti gli atteggiamenti descritti. Scrivendo il libro non avevo intenzione di dare nessun insegnamento. Volevo solo raccontare una bella avventura”. Alla fine però traspare un amore immenso e il rispetto tra il bambino e il cane. Ed è talmente bella questa storia che il libro è stato scelto da alcuni insegnanti per un’intera classe di bambini di una scuola elementare di Assisi che trascorreranno le vacanze in compagnia di Otto e Lele. Il libro è edito da Edizioni Porziuncola.

Il libro di Ilia nelle librerie d’Italia